Scarica il flash player per visualizzare il filmato.

Menu:

Cerca un articolo nel sito FSSI

Scrivi una parola:


Cerca:





Visualizza tutte le notizie che riguarda il mondo dei Giovani e lo Sport

Link Istituzionali




Statistiche

Sport e disabilità, in Campidoglio il "Progetto Itaca"

Pubblicato il 30/05/2009 | Notizie FSSI | 634 accessi

E’ stato presentato in Campidoglio il progetto “Itaca”, realizzato dalla Cooperativa Sociale Roy’s e dall’Associazione Sportiva HappySurf, in collaborazione con la FSSI (Federazione Sport Sordi Italia), e la F.I.V (Federazione Italiana Vela). Oltre agli organizzatori erano presenti alla sala del Carroccio il Delegato del Sindaco di Roma per lo Sport, Alessandro Cochi, il Presidente del Consiglio del XIII Municipio, Adriana Vartolo, il presidente della Federazione Sport Sordi Italia, Guido Zanecchia e il Segretario Federale della Federazione Sport Sordi Italia, Felice Pulici.

Il progetto “Itaca”, rivolto ai ragazzi dai 6 ai 20 anni, vuole avviare un processo sportivo finalizzato all’inclusione ludica di ragazzi sordi, alla fondazione della disciplina sportiva velica per disabili sordi ed alla formazione di istruttori qualificati non udenti.“Itaca” si svilupperà in tre anni, attraverso quattro diversi moduli e sarà realizzato in due spiagge libere attrezzate di Ostia, date in affidamento dal Municipio XIII. Il lavoro che sarà portato avanti intende favorire la nascita di: equipaggi di sordi per attività velica non competitiva; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche territoriali; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche regionali; un team misto di udenti e sordi con finalità agonistiche nazionali e la formazione di ragazzi sordi abilitati ad istruttori di vela.

Attraverso il progetto “Itaca”, gli organizzatori intendono rafforzare quei valori di solidarietà e convivenza democratica nella diversità, nonché conoscere, apprezzare e rispettare un ambiente naturale quale il mare e responsabilizzare i giovani a cui verranno affidati ruoli specifici. Attraverso la pratica sportiva infatti è possibile creare , sviluppare e consolidare equilibri sempre più complessi tra l'autonomia e la socialità nel gruppo, consentendo ad ognuno di conoscere meglio sé stesso e gli altri, nonché stimolare, sviluppare e consolidare l'educazione all'ambiente e all'ecosistema.

“Lo sport è l’aggregatore sociale per eccellenza e uno strumento valoriale che abbatte le
barriere. Il Comune di Roma sostiene con forza iniziative come il progetto “Itaca”, perché attraverso un’opera fortemente educativa, contribuisce a superare le differenze favorendo l’integrazione nel tessuto sociale”, ha detto il Delegato del Sindaco per lo Sport, Alessandro Cochi.

Visualizza il comunicato

Ritorna indietro